I RILIEVI FENOLOGICI
Il rilevamento dei dati

Il rilievo viene eseguito attraverso una metodologia semplice e codificata che fa uso di una SCHEDA DI RILIEVO FENOLOGICO (.doc; .rtf; .pdf) per agevolare la raccolta dei dati in modo uniforme:



Saranno considerate utili per la banca dati regionale i rilievi settimanali (in particolare) e quindicinali (ogni due settimane).

La scheda riporta la possibilità di annotare i rilievi fenologici su un massimo di 5 piante in osservazione. Possono essere compilate schede anche per una singola pianta. Le piante scelte dovranno essere comunque contrassegnate e risulteranno di riferimento immodificabile per la durata dei rilievi (es.:la numero 1 dovrà essere la n. 1 anche nei successivi rilievi).

Si consiglia di effettuare il rilievo nel solito giorno della settimana.


Procedura di rilievo

I rilievi fenologici riguardano essenzialmente l’individuazione delle date di riferimento per i vari stadi di sviluppo dell'olivo (FASI PRINCIPALI e SUBFASI).

L'olivo sarà nel pieno fase alla data corrispondente al raggiungimento del valore pari al 50% ; lo stadio sarà completamente raggiunto e superato alla data di comparsa del valore del 100%.

L'individuazione dello stadio fenologico ed il relativo inserimento dei dati in tabella avverrà secondo la seguente procedura:


Posizionarsi di fronte alla pianta contrassegnata ed esaminare la sua strutturazione. Individuare con lo sguardo le zone di rilievo (vedi Osservazioni Fenologiche) e concentrarsi per la valutazione di insieme.

Definire a vista la/le FASE/I FENOLOGICHE PRINCIPALI in quel momento ricoperte dalla pianta secondo il modello fenologico regionale.

Tale valutazione deve essere fatta tenendo mentalmente a riferimento la seguente regola: se la chioma osservata è per la maggior parte (> 50% dei rami) nella sub fase X (es. 3.3) la pianta è effettivamente in quella sub fase fenologica. Se la maggior parte della chioma osservata non ha invece raggiunto almeno il 50% della fase X (es. 3.3) allora la pianta è ancora nella fase fenologica precedente 3.2 . Da tenere presente che nell’olivo le diverse fasi fenologiche risultano scalari nel tempo quindi tendono a compenetrarsi (mentre una finisce compare progressivamente e contemporaneamente quella successiva).

Portarsi con la penna sulle relative colonne della scheda per il rilievo in campo e segnare con una X la casella prescelta.

Compilare le tabelle relative alle piante in osservazione (min. 1, max. 5) annotando per ognuna la cascola (in caso di presenza di frutto), le eventuali patologie riscontrate, altro ritenuto importante (con riferimento ai luoghi, alla coltivazione, all'andamento meteorologico).



Spedire la tabella compilata via fax o attraverso posta elettronica al C.A.A.R.


IL CAAR effettua assistenza on line, preventiva e in progress, per tutti gli operatori del SIMA.

Tel. ++39 0187 27871 , Fax. ++39 0187 627698 , Email caarservizi@regione.liguria.it


Login